Igor® FORUM
Benvenuto su Igor® Forum!

Unisciti anche Tu a questa banda di matti!


AI CONFINI REALTA'

Andare in basso

AI CONFINI REALTA'

Messaggio Da vortice11 il Mar Set 23, 2008 2:23 pm



DALLA RETE E DA WIKIPEDIA

Titolo originale: The Twilight Zone
Nazione: Stati Uniti d'America
Anno: 1959
Formato: Serie TV
Genere: fantascienza
Stagioni: 5
Puntate/episodi: 156
Durata: 25'

Ai confini della realtà (The Twilight Zone) è una serie televisiva di genere fantascientifico trasmessa in tre diversi periodi dalla televisione americana. La serie classica, creata da Rod Serling e che vide tra gli sceneggiatori Richard Matheson e Ray Bradbury andò in onda dal 1959 al 1964, la seconda serie fu trasmessa dal 1985 al 1989, e l'ultima è andata in onda tra il 2002 e il 2003.

Seppure considerata fantascientifica, la serie in realtà esplorò raramente i temi classici della fantascienza, focalizzandosi invece su storie incentrate sulle vite di normali persone che venivano radicalmente cambiate dall'incontro con l'"ignoto", con uno squarcio nella realtà che faceva diventare credibile anche l'impossibile.

Spesso, se non sempre con una morale finale, la serie portò la fantascienza al grande pubblico. Famosi i suoi switching endings, in cui la visuale dello spettatore veniva ribaltata con un colpo di scena finale che capovolgeva la prospettiva. Ogni episodio della serie originale era presentato da Serling, che introduceva lo spettatore nella vita di una persona che stava per cambiare per il suo ingresso nella zona "ai confini della realtà".

Il titolo originale della serie, The twilight zone, "La zona del crepuscolo", è un termine in cui in aviazione si indica il momento in cui, in fase di atterraggio di un aereo, la linea dell'orizzonte scompare sotto il velivolo, lasciando per un attimo il pilota senza riferimenti

Prima stagione
Il 2 ottobre 1959 la serie iniziò sulla CBS, con l'episodio Where's everybody?. Accolta da ottime recensioni, la serie tuttavia non incontrò immediatamente il favore del pubblico, e rimase a rischio di chiusura anticipata, almeno fino a novembre, quando andò in onda uno degli episodi più amati di tutte le stagioni, Time enough at last, con Burgess Meredith nei panni dell'ultimo uomo rimasto sulla Terra dopo un disastro nucleare: amante dei libri, pensa che si consolerà con la lettura, ma purtroppo rompe i suoi occhiali, e non c'è proprio nessuno che glieli possa riparare..

Third from the Sun e People Are Alike All Over, due altri classici assoluti, giocati tutti sul ribaltamento di prospettiva finale, e The after hours, in cui la protagonista scopre di non essere ciò che pensava, furono gli altri episodi memorabili tra i 36 della prima stagione, che infine ottenne anche un grande successo di pubblico, oltre a numerosi premi della critica. Rod Serling, Richard Matheson e Charles Beaumont scrissero tutte le sceneggiature, tranne una, e si ripeterono negli anni seguenti, con 127 dei 156 episodi della serie classica

1/1.1 Where Is Everybody? La barriera della solitudine 2 ottobre 1959
2/1.2 One for the Angels Discorso per gli angeli 9 ottobre 1959
3/1.3 Mr. Denton on Doomsday Al Denton nel giorno del giudizio 16 ottobre 1959
4/1.4 The Sixteen-Millimeter Shrine Il sarcofago 23 ottobre 1959
5/1.5 Walking Distance La giostra 30 ottobre 1959
6/1.6 Escape Clause La clausola 6 novembre 1959
7/1.7 The Lonely Solitudine 13 novembre 1959
8/1.8 Time Enough at Last Tempo di leggere 20 novembre 1959
9/1.9 Perchance to Dream Un sogno lungo un attimo 27 novembre 1959
10/1.10 Judgment Night La notte del giudizio 4 dicembre 1959
11/1.11 And When the Sky Was Opened Quando il cielo fu aperto 11 dicembre 1959
12/1.12 What You Need Chi troppo vuole 25 dicembre 1959
13/1.13 The Four of Us Are Dying Morire in quattro 1º gennaio 1960
14/1.14 Third from the Sun Il Terzo dal Sole 8 gennaio 1960
15/1.15 I Shot an Arrow Into the Air Una freccia verso il sole 15 gennaio 1960
16/1.16 The Hitch-Hiker L'autostoppista 22 gennaio 1960
17/1.17 The Fever La febbre 29 gennaio 1960
18/1.18 The Last Flight L'ultimo volo 5 febbraio 1960
19/1.19 The Purple Testament Il testamento purpureo 12 febbraio 1960
20/1.20 Elegy Tre uomini nello spazio 19 febbraio 1960
21/1.21 Mirror Image Immagine allo specchio 26 febbraio 1960
22/1.22 The Monsters Are Due on Maple Street Mostri a Maple street 4 marzo 1960
23/1.23 A World of Difference L'avventura di Curtis 11 marzo 1960
24/1.24 Long Live Walter Jameson Lunga vita a Walter Jameson 18 marzo 1960
25/1.25 People Are Alike All Over Gente come noi 25 marzo 1960
26/1.26 Execution Esecuzione 1º aprile 1960
27/1.27 The Big Tall Wish Il desiderio dei desideri 8 aprile 1960
28/1.28 A Nice Place to Visit L'altro posto 15 aprile 1960
29/1.29 Nightmare as a Child Un incubo dal passato 29 aprile 1960
30/1.30 A Stop at Willoughby Una sosta a Willoughby 6 maggio 1960
31/1.31 The Chaser Miele amaro 13 maggio 1960
32/1.32 A Passage for Trumpet Una tromba d'oro 20 maggio 1960
33/1.33 Il signor Bevis Il signor Bevis 3 giugno 1960
34/1.34 The After Hours Ore perdute 10 giugno 1960
35/1.35 The Mighty Casey L'invincibile Casey 17 giugno 1960
36/1.36 A World of His Own Un mondo su misura 1º luglio 1960

Seconda stagione
L'arrivo di un nuovo sponsor, la Colgate-Palmolive, fu motivo di sollievo per i creatori della serie, soprattutto dopo che il nuovo direttore della CBS, James Aubrey, si era scagliato contro il programma, minacciandone la chiusura perché troppo costoso.

Nonostante il clima di avversità in cui visse la serie, anche la seconda stagione produsse i suoi classici, tra i quali uno dei più famosi finali a sorpresa della storia del telefilm, l'episodio The eye of the beholder. Un giovanissimo William Shatner fu preda dell'euforia di conoscere il futuro in Nick of time, mentre Richard Matheson giocò ancora col cambio di prospettiva finale in The Invaders.

The Rip Van Winkle Caper fu uno dei classici episodi con morale finale, mentre in Will the real Martian please stand Up si ipotizzò la presenza di nuovi nemici per la Terra. Lo show ottenne di nuovo un grandissimo successo di critica, e fu confermato per la terza stagione.

King Nine will not return Re Nove non tornerà 1
The Man in the bottle La vecchia bottiglia 2
Nervous Man in a four dollar room La decisione 3
A Thing about machines Antipatia per le macchine 4
The Howling Man Ululati nella notte 5
The Eye of the Beholder È bello quel che piace 6
Nick of Time Appena in tempo 7
The Lateness of the hour Ora tarda 8
The Trouble with Templeton Problemi con Templeton 9
A most unusual camera Un'insolita macchina fotografica 10
Night of the meek La notte degli umili 11
Dust La polvere 12
Back There Viaggio nel tempo 13
The Whole Truth Tutta la verità 14
The Invaders Gli Invasori 15
A Penny for your thoughts I pensieri degli altri 16
Twenty-Two Ventidue 17
The Odyssey of Flight 33 L'Odissea del volo 33 18
Mr. Dingle, the strong L'Ercole 19
Static Un vecchio apparecchio radio 20
The Prime Mover Testa o croce 21
Long Distance Call Chiamata interurbana 22
A Hundred yards over the rim Oltre la duna 23
The Rip Van Winkle Caper Il colpo della bella addormentata 24
The Silence Il Silenzio 25
Shadow Play Il teatro delle ombre 26
The Mind and the Matter La mente e la materia 27
Will the Real Martian Please Stand Up Chi è il vero marziano? 28
The Obsolete Man Un uomo obsoleto 29

Terza stagione
Il super lavoro delle stagioni precedenti portò Rod Serling a diminuire il suo intervento diretto nelle sceneggiature della terza stagione, comunque ricordata per alcuni classici, quali It's a good life, la storia di un bambino con tremendi poteri psichici che tiene in ostaggio dei suoi capricci un intero villaggio, e Kick the can, in cui un gioco da ragazzi, calciare la lattina, avrà poteri miracolosi su un gruppo di anziani: entrambi gli episodi sarebbero stati reinterpretati nel film omaggio alla serie del 1983, Ai confini della realtà.

Altri classici furono To serve man, in cui troppo tardi i protagonisti si accorgono che il significato letterale delle cose può essere pericoloso, The dummy, classica storia di un pupazzo che improvvisamente si anima, e Dead man's shoes, in cui delle scarpe rischiano di portare la persona che le ha trovate su un sentiero di morte. L'episodio numero 100 della serie, I sing the body electric fu firmato da Ray Bradbury.

Problemi di sponsor spostarono la quarta stagione dello show da settembre a gennaio, mentre la presenza di Serling diventò meno appariscente quando l'autore fu chiamato ad insegnare dall'università presso la quale si era laureato.

Two Soli 1
The Arrival L'arrivo 2
The shelter Il Rifugio 3
The Passersby La via del ritorno 4
A game of pool Una partita a biliardo 5
The Mirror Lo Specchio 6
The Grave La Tomba 7
It's a good life Un piccolo mostro 8
Deaths-head revisited La vendetta del campo 9
The Midnigh Sun Il Sole di mezzanotte 10
Still Valley La valle del silenzio 11
The Jungle La Giungla 12
Once upon a time C'era una volta 13
Five characters in search of an exit Cinque personaggi in cerca di un'uscita 14
A quality of mercy Che tipo di pietà 15
Nothing in the dark Oltre il buio 16
One more pallbearer Umiliato e offeso 17
Dead man's shoes Le scarpe del morto 18
The Hunt Caccia al procione 19
Showdown with Rance McGrew -inedito- 20
Kick the can -non doppiato- 21
A piano in the house -non doppiato- 22
The Last Rites of Jeff Myrtlebank -non doppiato- 23
To serve man Servire l'uomo 24
The Fugitive -non doppiato- 25
Little girl lost -non doppiato- 26
Person or Persons Unknown -non doppiato- 27
The little people -non doppiato- 28
Four O'Clock -non doppiato- 29
Hocus-Pocus and Frisby -non doppiato- 30
The Trade-Ins -inedito- 31
The Gift -non doppiato- 32
The Dummy La marionetta 33
Young Man's Fancy -inedito- 34
I Sing the Body Electric -inedito- 35
Cavender Is Coming -inedito- 36
The Changing of the Guard -inedito- 37

Quarta stagione
Già danneggiato dallo spostamento a gennaio, lo show ebbe altri problemi nella sua stagione più travagliata. Innanzitutto la decisione della CBS di portare la durata degli episodi a un'ora, che Serling e i suoi autori non condivisero, in quanto pensavano che l'efficacia delle storie si sarebbe "diluita", poi vari problemi di lavoro e personali che costrinsero alcuni autori ad allontanarsi dalla serie: Serling diviso tra il nuovo impiego di professore e il lavoro di produttore, Beaumont debilitato da una grave malattia, e il nuovo produttore Herbert Hirschman trasferito a un altro show.

Tra le note positive della stagione, la nuova sigla di apertura, girata proprio da Hirschman, che presentava una porta, un occhio, e una finestra i cui vetri si rompono, in un'ambientazione che richiamava le opere di René Magritte e sarebbe stata poi ripresa anche nel film dedicato alla serie; e almeno due dei diciotto episodi da ricordare, No time like the past, classico sul tema dei paradossi dei viaggi nel tempo, e I dream of Genie, in cui un uomo non sa decidersi su cosa chiedere a un genio della lampada.

Al termine della stagione, fu presa la decisione di riportare il telefilm in autunno, e gli episodi alla loro durata originaria

In His Image -inedito- 1
The Thirty-Fathom Grave Un'eco in fondo al mare 2
Valley of the Shadow La valle della pace 3
He's Alive -inedito- 4
Mute -inedito- 5
Death Ship L'astronave fantasma 6
Jess-Belle -inedito- 7
Miniature -inedito- 8
Printer's Devil Il diavolo e il giornalista 9
No Time Like the Past Niente come il passato 10
The Parallel Dimensioni parallele 11
I Dream of Genie Sogno di genio 12
The New Exhibit -inedito- 13
Of Late I Think of Cliffordville -inedito- 14
The Incredible World of Horace Ford L'incredibile mondo di Horace Ford 15
On Thursday We Leave for Home Giovedi si torna a casa 16
Passage on the Lady Anne -inedito- 17
The Bard -inedito- 18

Quinta stagione
Malgrado il ritorno alla sua formula originaria, lo show era destinato a vivere la sua ultima stagione: il nuovo produttore, William Froug, ebbe vari scontri con i creativi, tanto da rinunciare a una sceneggiatura di Matheson, che poi sarebbe diventato un classico, The doll. Serling diminuì ulteriormente la propria presenza, anche perché stanco del super lavoro, e infine il network decise di cancellare lo show.

Ci fu una proposta di acquisizione da parte della ABC, ma Serling rifiutò di dare al programma la connotazione molto più "gotica" richiesta dalla rete. Nel corso dell'ultimo anno William Shatner fu protagonista di un altro classico assoluto, Nightmare at 20.000 feet, nei panni di un passeggero di un aereo che fa un incontro ravvicinato con un gremlin, Number 12 looks just like you denunciò i rischi dell'omologazione a un sistema totalitario, e in Night call un'anziana riceve una telefonata da molto lontano.

In questa ultima stagione, per problemi di sforamento del budget previsto, fu trasmesso l'unico episodio non prodotto appositamente per la serie, An Occurrence at Owl Creek Bridge (Un avvenimento sul ponte di Owl Creek), tratto dall'omonimo racconto di Ambrose Bierce, adattamento di un cortometraggio francese del regista Robert Enrico già vincitore della Palma d'Oro al Festival di Cannes, e che successivamente si aggiudicò anche il premio Oscar.

Il 19 giugno 1964 andò in onda The Bewitchin' Pool, episodio numero 156 della serie, ultimo di quella che sarebbe diventata "la serie classica" dello show


In praise of Pip 1
Steel 2
Nightmare at 20.000 feet 3
A kind of a stopwatch 4
The last night of a jockey 5
Living doll 6
The old man in the cave 7
Uncle Simon 8
Probe 7, over and out 9
The 7th is made up of phantoms 10
A short drink from a certain fountain 11
Ninety years without slumbering 12
Ring-a ding girl 13
You drive 14
The long morrow 15
The self-improvement of Salvadore Ross 16
Number 12 looks just like you 17
Black leather jackets 18
Night call 19
From Agnes with love 20
Spur of the moment 21
An Occurrence at Owl Creek Bridge 22
Queen of the Nile 23
What's in the box 24
The masks 25
I am the night - color me black 26
Sounds and silences 27
Caeasar and me 28
The jeopardy room 29
Stepover in a quiet room 30
The encounter 31
Mr. Garrity and the graves 32
The brain center at Whipple's 33
Come wander with me 34
The fear 35
The bewitchin' pool 36
avatar
vortice11
Moderatore
Moderatore

Dragone
Numero di messaggi : 149
Età : 41
Località : roma
Umore : ottimo sempre
Data d'iscrizione : 15.09.08

Vedi il profilo dell'utente http://metalrobot.forumup.it/

Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum